Incredibile shelf cloud Toscana, martedì 16 luglio

Una “goccia” d’aria più fresca in quota determina lo sviluppo di forti temporali sulle regioni del centro e del nord. Il nostro target per questa giornata si è svolto lungo la costa della Toscana ed in questo caso le ore di attesa sono state davvero molte. Un sistema di cumulonembi si è sviluppato in mare aperto durante le ore pomeridiane, raggiungendo il tratto di costa a sud di Livorno soltanto dalle ore serali. Giunti in target attorno la metà del  pomeriggio, per occupare il tempo libero, abbiamo deciso di attendere lo sviluppo degli eventi dal tratto costiero di Calafuria, avendo persino il tempo di goderci un bel bagno nell’acqua di mare, stante una temperatura che alle 5 del pomeriggio restava saldamente ancorata alla soglia dei +30°C.

L’animazione satellitare metteva però in luce il rapido spostamento delle masse d’aria fresche appartenenti al fronte freddo dal tratto di mare ad ovest della Corsica, in direzione del litorale toscano, scalzando dinanzi a sè l’aria umida e calda africana e dando luogo ad imponenti cumulonembi. Con l’arrivo delle ore serali osserviamo all’orizzonte un fronte di cumuli congesti all’apparenza ancora molto lontano. Superata l’ora del tramonto, sotto un’atmosfera completamente immobile ed ancora molto calda, il “muro” dei cumulonembi si staglia davanti a noi, avanzando rapidamente verso la costa, preceduto da una maestosa shelf cloud ricca di striature.

Durante il passaggio della nube a muro abbiamo sperimentato una brusca rotazione del vento dai quadranti occidentali con raffiche intense ed una diminuzione sensibile della temperatura. La pioggia forte veniva a trovarsi alcuni chilometri dietro il fronte di raffiche e quindi il cambio del vento ha preceduto di almeno 15-20 minuti l’arrivo delle precipitazioni che hanno dato luogo ad un episodio di maltempo severo.



Potrebbe anche piacerti

lectus efficitur. elit. id, risus. mattis