Episodi tornadici Piemonte, 6-9 giugno 2009

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

In queste due giornate, le regioni settentrionali si sono venute a trovare nel ramo ascendente di una figura di bassa pressione centrata sull’Europa occidentale. La presenza di un ramo della jet streak,  associata al transito di due sistemi frontali di tipo freddo, hanno reso possibile l’innesco di spiccata convezione, forte shear e formazione di supercelle tornadiche.

I passaggi temporaleschi sono stati principalmente due, il primo ha portato alla formazione di un Tornado nella zona di Vercelli il 6 giugno a cui purtroppo non abbiamo potuto assistere.

La seconda giornata è stata quella del 9 giugno, avendo avuto la fortuna di seguirla in prima persona.

Decidiamo di portarci sul Piemonte già nel primo pomeriggio per attendere la convezione che quasi sicuramente si sarebbe sviluppata di li a poco. I primi cumuli crescono già da metà pomeriggio nel pieno della pianura Padana. Lo shear presente è pazzesco! I cumuli ancora prima di diventare congesti si avvitano e tendono a ruotare.

Dopo le 16.00 scoppiano i primi temporali che inizialmente si presentavano disorganizzati e successivamente raggruppati a formare una sorta di linea. Decido così di portarmi più vicino a questa linea per poter osservare meglio la base dei temporali quando la cella in coda al sistema ha iniziato a staccarsi dalle altre.

Nel giro di poco tempo una supercella ha preso forma davanti a me proprio di fronte all’autostrada. Un piccolo ed esile imbuto si propende velocemente verso il suolo facendo touch down nei campi. Un mulinello di polvere si solleva dal suolo e viene risucchiato sino alla base della nube.

L’imbuto continuerà il suo ciclo vitale ancora per qualche minuto senza più fare ulteriori touch down. Una volta esaurito l’episodio vorticoso la supercella è ben presto divenuta outflow dominated e la sua base si è riempita di precipitazioni ponendo termine a questa giornata di caccia.

Un cumulo piegato dallo shear

Analisi sinottica approfondita di queste due giornate al seguente link: ” link “

Potrebbe anche piacerti

tristique dolor consequat. luctus efficitur. accumsan leo. elit. commodo Donec nunc