Kingfisher supercells, 23 may 2011

1 (19)

Nel pomeriggio ci troviamo ad attendere l’innesco della convezione a Kingfisher, cittadina qualche decina di miglia a nord-ovest di Oklahoma City. Le prime celle si formano dalla seconda metà del pomeriggio, senza presentare nessuna particolare forma ed organizzazione. I temporali inoltre, sembrano fondersi l’un l’altro, andando a formare una grossa linea che lentamente avanza verso est.

Decidiamo quindi di spostarci più a sud, in un’area dove l’inversione termica in quota risulta più tenace ed i temporali si presentano isolati. Ciascun cumulonembo è distante alcune decine di miglia da quello successivo ed i temporali hanno così possibilità di crescere, potendo evolvere più facilmente in supercelle.

Al radar abbiamo due celle isolate che tentano di svilupparsi. Quella più a nord muore in poco tempo mentre quella più a sud pare organizzarsi. Raggiungiamo la cella più a sud e la forma avvitata del mesociclone è ben visibile anche da alcune miglia di distanza.

Dopo aver percorso ancora qualche miglio verso sud, prendiamo la prima strada asfaltata che ci porta verso ovest e ci avviciniamo alla supercella. Un forte vento di inflow entra dentro il mesociclone facendoci per un attimo ben sperare.

Purtroppo l’updraft di questo temporale non riuscirà a sopravvivere, sopraffatto dal pesante CAP presente a media quota. Il temporale che inizialmente aveva una bella forma, si dissolverà nel giro di poco tempo.

Ci muoviamo nuovamente verso nord, dove la cella più meridionale della linea tendeva a staccarsi dalle altre, acquistando decisa rotazione. Una volta giunti vicino alla tempesta, possiamo ammirarne una maestosa wall-cloud.

Nel momento in cui l’RFD del temporale si è avvolto attorno al mesociclone, il WX segnerà shear a fondoscala. In questa fase la wall-cloud si abbasserà decisamente sin verso il suolo, tradendo una possibile circolazione tornadica. Altri cacciatori in zona hanno segnalato la presenza del vortice al suolo per circa un minuto, un minuto e mezzo.

Una volta superata la sua fase “parossistica”, il mesociclone della supercella andrà in occlusione completa. Siamo ormai all’imbrunire, il temporale attenuando la rotazione, formerà una grossa shelf cloud carica di pioggia al seguito.

Potrebbe anche piacerti

eleifend felis id, ultricies et, tristique amet, mi, Donec at ut quis