Supercella di Gattinara (VC), lunedì 21 giugno 2021

La seconda metà di giugno è stata caratterizzata dalla presenza di una complessa circolazione di bassa pressione sull’Europa centrale e occidentale, dove si sono sviluppati diversi temporali, alcuni dei quali molto intensi e con caratteristiche di supercella. Tra domenica 20 e mercoledì 23 giugno sono stati segnalati anche alcuni tornado che hanno colpito la spagna, il nord della Francia ed il Belgio, con alcuni danni. Per i paesi oltralpe si è trattata di una fase atmosferica decisamente tempestosa come non la si vedeva da parecchi anni. Sullo stivale italiano il tempo è stato decisamente più tranquillo, le regioni del nord Italia sono venute a trovarsi sul lato ascendente della saccatura ma le temperature elevate e l’aria secca portata dall’anticiclone africano hanno limitato lo sviluppo di fenomeni significativi. I pochi temporali che si sono sviluppati hanno interessato quasi esclusivamente la fascia alpina e prealpina e solo in poche occasioni i cumulonembi sono riusciti a spingersi in pianura.

Una di queste occasioni occasioni si è presentata nel pomeriggio di lunedì 21 giugno, dove abbiamo avuto la possibilità di osservare la base turbolenta di una supercella che ha percorso le pianure del Canavese, spingendosi fino alle alte pianure del Vercellese attorno la metà del pomeriggio. La base del temporale con una evidente wall-cloud è sempre rimasta collocata a pochi chilometri di distanza dalla fascia prealpina, le maggiori piogge e le grandinate si sono quindi concentrate sui rilievi montuosi senza colpire le aree di pianura.

SVILUPPO DELLA SUPERCELLA

Potrebbe anche piacerti

pulvinar efficitur. ut dapibus eleifend at libero.