Supercella tra Torino e Casale Monferrato, 11 agosto 2019

Dopo una breve fase anticiclonica molto calda, un cavo d’onda si approssima al nord-ovest italiano, portando un netto incremento dell’instabilità. Ci rechiamo Piemonte, l’area dove i parametri convettivi apparivano migliori. Alle 3 del pomeriggio raggiungiamo Livorno Ferraris (VC), dove notiamo sin da subito una forte attività cumuliforme verso ovest, con un temporale molto intenso che stava già per inglobare la città di Torino. Nel suo avvicinamento il sistema temporalesco presentava un mesociclone scolpito e una piccola wall cloud. Riusciamo ad immortalare la struttura da una posizione un po’ pericolosa, dal bordo orientale del mesociclone nei pressi di Casalborgone (TO). Altri due brevi stop per fare ulteriori foto ci fanno capire di essere seriamente a rischio. Il muro di grandine si stava infatti avvicinando in maniera molto pericolosa.

A causa della lentezza della strade e di uno stop obbligatorio dal benzinaio, finiamo travolti sotto una violenta grandinata con chicchi fino a 5 cm. Le nostre due auto verranno danneggiate, una di queste subirà dei danni al parabrezza, costringendoci a terminare precocemente la nostra caccia.

Potrebbe anche piacerti

vulputate, velit, Praesent risus. luctus felis risus quis, Curabitur tristique Nullam