Supercelle e Shelf Cloud – Toscana 23 settembre 2019

Queste fotografie si riferiscono ad una frenetica sequenza di caccia che ci ha portati a stare due giorni fuori di casa. È stata una giornata impegnativa che ha portato delle soddisfazioni ma anche qualche delusione. Siamo ormai in pieno autunno ed una circolazione di bassa pressione con annesso fronte caldo e fronte freddo, ha attraversato le regioni del centro e del nord, anticipata da venti di Scirocco e poi seguita da venti di Libeccio e di Maestrale alla chiusura.

La serata di domenica 22 abbiamo seguito lo sviluppo del fronte caldo che ha portato i primi temporali che tuttavia non hanno mostrato forme particolari. I primi scatti sono stati effettuati a poca distanza da Punta Ala, nell’ora del crepuscolo, mentre seguivamo lo sviluppo della fase calda della perturbazione che non ha avuto gli esiti sperati. Scattiamo qualche immagine bucolica della spiaggia deserta sotto un cielo tutt’altro che rassicurante.

Trascorriamo quindi la notte nei pressi di Cecina, seguendo lo sviluppo del fronte freddo atteso per la mattinata successiva. Abbiamo impostato la sveglia alle prime luci dell’alba, constatando come il cielo avesse cambiato completamente aspetto, presentandosi molto più turbolento e cumuliforme. Lo sviluppo dei temporali non si farà attendere, con la formazione di una grossa supercella inserita all’interno di un sistema lineare che abbiamo potuto osservare dalla spiaggia di San Vincenzo. Particolarmente evidente anche lo sviluppo di una inflow tail molto pronunciata, a testimoniare la fase di piena maturazione di questo primo temporale. Un vero peccato essere stati troppo distanti per apprezzare appieno la struttura di questa supercella.

Nuovi temporali si svilupperanno di lì a poco, organizzando nuovamente un sistema lineare di celle che rappresentavano la linea di demarcazione con l’arrivo del vento di Maestrale più fresco e secco.

Gli scatti migliori dell’intera giornata, verranno fatti proprio in questa ultima fase di caccia, abbiamo osservato lo sviluppo di una shelf cloud da Marina di Bibbona ed in seguito ci siamo fatti seguire da questa linea di temporali fino a la spiaggia di Baratti, dove abbiamo scattato le ultime immagini inerenti ad una shelf cloud estremamente turbolenta e spettacolare.

Potrebbe anche piacerti

mi, Curabitur ante. ipsum Aliquam luctus diam leo libero.