L’intensa depressione di fine estate su Genova, 31 agosto 2012

04

Durante le prime ore di Venerdì 31 Agosto, una depressione proveniente direttamente dal Mar Artico, ha investito il Golfo del Leone con isoterme prossime ai -20°C a 500hpa. Tuffandosi sulla calda superficie del Mar Ligure, ha dato luogo ad intensi temporali di tipo frontale che hanno interessato la Liguria, accanendosi sul capoluogo genovese con pioggia, colpi di vento e grandine.

Alle ore 22.00 lo ZenaStormChaser si ritrova all’uscita dell’Autostrada di Rapallo. Il cielo è ancora sereno e poco promettente, così decidiamo di attendere lo sviluppo degli eventi, portandoci sulla Ruta di Camogli, con il panorama sul Golfo di Genova. I fenomeni più intensi sono attesi a partire dalla mezzanotte.

 

 

 

Alle ore 02.00 circa del mattino, i primi lampi verso la parte ovest del golfo, iniziano ad illuminare il cielo. Subito ci colleghiamo al Satellite ed al Radar che conferma la nascita di una cella sulla Val Varenna di Pegli. Con il passare dei minuti la frequenza dei fulmini aumenta fino a divenire quasi costante. L’aria fredda in quota porta i suoi effetti amplificando la convezione.

Dopo un’oretta di scatti al temporale sulla Val Varenna, la convezione inizia ad innescarsi anche sul mare. Una lunga linea di cumuli che dal promontorio di Portofino arriva sino a Genova, tende a svilupparsi verticalmente sotto una calma irreale. La lunga linea di cumuli si avvicina lentamente alla costa, nel contempo si sviluppa verticalmente e la parte superiore inizia a ghiacciare.

Alle ore 04.00 circa del mattino, il temporale diventa sempre più intenso con fulminazioni davvero potenti e tuoni continui. Una cortina di rovesci intensi inizia ad investire Genova. Il temporale nasce in seno ad una blanda convergenza attiva davanti a Genova e su cui l’updraft del temporale marittimo prendeva vigore.

Alle prime luci dell’alba l’intenso temporale continua ad interessare il Golfo ed acquista una blanda rotazione. Alla base notiamo lo sviluppo di alcune Funnel. Gli amici di caccia Valentina Abinanti e Niccolò Ubalducci segnaleranno in quel momento la formazione di una breve tromba marina con imbuto non condensato.

Dopo quasi 5 ore dalla sua formazione, il temporale marittimo alle ore 07.00 circa perde di potenza e cede il passo a nuovi nuclei in formazione sul golfo del Tigullio.

Potrebbe anche piacerti

accumsan efficitur. Nullam justo ut nec