Supercella Low Precipitation, mercoledì 13 aprile 2016

Fronte freddo 13 aprile 2016

Un veloce fronte freddo, posto in un letto di correnti sud occidentali, transita tra il tardo pomeriggio e la serata di mercoledì 13 aprile, sulla Valpadana, determinando la formazione di una supercella di tipo “Low Precipitation”, cioè a bassa intensità di precipitazione, sulle colline del basso Monferrato nei pressi di Cereseto.

Nonostante il fronte fosse accompagnato da un buon carico di shear; il periodo stagionale e lo scarso potenziale energetico presente, circa 800j/kg di CAPE, lasciava spazio a molti dubbi sulla reale possibilità di sviluppo di strutture supercellulari.

Dopo un pomeriggio passato ad osservare cumulonembi poco sviluppati verticalmente sulla pianura vercellese e novarese, con l’ingresso del fronte freddo abbiamo assistito ad un vero e proprio cambiamento del cielo; con la formazione di cumulonembi più organizzati ed updraft insistenti e vigorosi.

Supercella low precipitation

Sulle prime battute, la linea di temporali a cavallo tra le colline dell’Alto Monferrato e la cittadina di Chivasso sembrava presentare una scarsa organizzazione ma in un secondo momento, contemporaneamente al nostro spostamento dalla pianura vercellese verso le colline del Monferrato  in direzione Moncalvo (AT), abbiamo potuto osservare una vera e propria supercella in coda alla linea temporalesca.

Trovato un punto panoramico sulla sommità di una collina nella zona di Cereseto (AL), abbiamo potuto immortalare la supercella in tutta la sua bellezza per circa una quindicina di minuti, prima del definitivo collassamento causato dal vento più secco che spirava nella parte orientale delle colline.

Qui di seguito vi mostriamo le foto della supercella low precipitation nei momenti di massimo “splendore”.

DSC_4008-ridotto

Supercella low precipitation

DSC_4066-ridotto

Potrebbe anche piacerti

felis ut ut vulputate, tempus eget id pulvinar id, vel, libero. sit